Un Donald con escort

Il grande Presidente del vaffa

Con la speranza che ne arrivi uno anche da queste parti

Ma quante ne abbiamo sentite in campagna elettorale su questo nuovo Presidente americano? Dall’altra parte per la Clinton ci stavano schiere di donne e ragazze, cantanti, attrici e subrette di Hollywood che arrivate ad un certo punto, sputavano veleno, improperi e storie a sfondo sessuale, molte di queste inventate ad arte per seppellire il magnate d’america:“Smetto di cantare, mi metto a fare la escort”. “Per quelli che votano Hilary faccio un pomxxno” evvaiiiiiii Queste le provocazioni lanciate dalle giovani e talentuose dello star system democratico, entrate di diritto nel novero delle “big” della musica statunitense laddove queste parole vanno ovviamente intese come una provocazione alla globalizzazione di termini che accompagnano la nostra vita di tutti i giorni e che li vedono utilizzati specificamente davanti alle televisioni di tutto il mondo, volgarita’ gratuite riferite a tutti per avere odience: puttana ad esempio. prostituta, escort, accompagnatrice ma alla fine tutto cio’ ha creato ” effetto contrario ” l’esatto opposto di quanto ci si aspettava.

Ebbene il qualunquismo nazional popolare ci vieta assolutamente di rendere giustizia, quantomeno lessicale, a questi termini troppo spesso abusati o usati davvero in maniera impropria, sentiamo spesso alla tv di queste ragazze sempre attaccate a vari potenti, costrette a dire cose dettate da altri che stanno piu’ in alto, pena la defenestrazione dai sistemi gia’ pre-costituiti, altrimenti si va fuori, senza se e senza ma con conseguenze per la carriera. E all’improvviso cala il gelo, vedi le facce in studio di giornalisti parrucconi con gli occhi che si assottigliano come a dire “eh bè?” ci siamo sbagliati, forse non abbiamo capito bene cosa vuole la gente e quali sono i problemi di oggi, per non parlare poi di certi personaggi alto locati, omnipresenti a trasmissioni e parquet televisivi, la sapienza italiana per eccellenza, che spariscono all’improvviso cosi come sono spariti i governanti che fino al giorno prima portavano la spilla sulla giacca con la foto della democratica Hilary. Spariti, chissa’ perche’? Chissà cosa ne pensa la gente adesso? Ma soprattutto cosa ne pensano gli italiani, ovvero sia quelli che li seguono e li votano.

A tale osservazioni, riteniamo vitale la libertà di espressione, libertà che si espleta soprattutto nel voler svolgere l’attività che più si ritiene consona alla propria indole, senza arrecare danni a terzi, non ci vediamo assolutamente niente di male nel fare la escort o la giornalista, ma state pure certi che per qualcuno e’ arrivato il momento di rivedere la proprie posizioni e pagare il conto in sospeso. Dicendo questo, mandiamo un caro saluto alla BCE, a Junker, alla Merkel e tutta la compagnia cantanti, un altro lo mandiamo per conoscenza agli attuali amministratori della Politica sottolineando il fatto che da ovest e’ gia’ partito un ” Vaffa Mondiale” che fra poco arrivera’ anche sulle vostre tavole e sugli schermi televisivi italiani, altro che Beppe Grillo.