Escort in Webcam

In Romagna come nelle metropoli

Anche nella capitale romagnola puo’ succedere di essere ricattati

Riprendiamo la notizia di un vecchio articolo apparso sul Nuovo Quotidiano di Rimini, lo trovate qui: npnews.it dove si parla di ricatti fatti da ragazze in webcam a clienti della zona di una eta’ compresa fra i 15 e 45 anni, quindi una bella fascia di persone amanti del voyerismo e dell’esibizionismo cibernetico con dall’altra parte una escort di Rimini che si presentavano per spettacoli privati a pagamento e fino qui niente di male, ce ne stanno a decine di siti webcam per questa tipologia di intrattenimento ma il bello o meglio il brutto di questa storia e’ la successiva richiesta di danaro fatte dalle stesse ragazze dopo l’incontro virtuale, per non pubblicare gli stessi video su Youtube a danno dei clienti, quindi pagamento di una somma di denaro per non vedersi rovinati pubblicamente e per non disfare una famiglia.

Queste signorine pero’ non avevano tenuto conto di una cosa molto semplice, che alcuni di questi clienti erano ragazzi di 15/17 anni per cui ancora minorenni e vattela la pesca chiedere i documenti in webcam si saranno dette queste sprovvedute stupidotte e da qui si e’ innescata la denuncia per pedofilia a loro danno oltre a quelle presentate da altri personaggi invischiati nella storia dei ricatti, dove alcuni di loro avevano anche pagato per mettere a tacere tutto quanto li riguardava. Ora non sappiamo se a oggi questa storia sia arrivata alla fine o se ancora sta andando avanti nei Tribunali, quello che ci potrebbe interessare dopo questa vicenda e’ la continuazione su questi siti di webcam, dove a tutt’oggi certe persone sono state riprese ne piu e meno come gli stessi attori di cui sopra ed in merito a questo ci racconta una persona di nostra conoscenza, di professione bancario e di elevato livello amministrativo, non sposato e senza alcun tipo di legame in corso, che non piu tardi di 6 mesi fa’ si e’ visto recapitare a casa via e-mail, uno spezzone di video dove appunto ci stava lui in bella evidenza con dall’altra parte la signorina contattata per l’occasione ma stranamente col volto oscurato, video molto esplicito senza alcun tipo di riferimento per quanto riguarda il nome del sito al quale si era collegato, per cui non sapendo e non ricordandosi piu’ nulla a distanza di tempo, anche volendo sporgere denuncia questa l’avrebbe fatta verso ignoti perche’ qui vattela pesca a sapere chi sono questi o queste che si divertono alle tue spalle, sicuramente a totale insaputa ed in perfetta buona fede per quanto riguarda i gestori del sito.

Ad ogni modo questa persona la denuncia in ogni caso non l’avrebbe mai fatta e infatti cosi e’ stato, spiegando che nella sua posizione lavorativa avrebbe corso dei grossi rischi, magari pure di vedersi licenziato o di compromettere in modo serio la sua carriera posizionata a livelli non comuni quindi con ben altre responsabilita’ per cui per porre fine a tutto quanto ed evitare possibili conseguenze di immagine,  ha pensato bene di pagare e senza pensarci due volte, come, in che modo e soprattutto a chi ha pagato non ce l’ha voluto dire per ovvi motivi, lasciando intendere che in questo caso ci stava ben altro alle spalle di questa signorina in webcam magari pure lei ignara di tutta questa situazione, quindi meglio per lui tacere e raccontare solo il fatto terminato nei migliore dei modi dopo il versamento della somma richiesta. Pensare male in questi casi non si sbaglia mai e ci viene spontaneo farlo, ovvero chissa’ quante altre persone avranno subito o stanno subendo una situazione del genere, per questo buttiamo un sasso nello stagno dove ben poco si sa’ dei comportamenti o delle strane situazioni che si possono verificare in futuro a danno di persone ignare per quanto stanno facendo davanti ad una normale webcam.

Per cui le domande sono: 1-In che modo un cittadino normale cliente, puo’ essere tutelato quando accetta di collegarsi privatamente con una ragazza in webcam?  2-Ci si puo’ ancora fidare di questi collegamenti o meglio evitare per non avere sorprese? Come abbiamo detto sopra diamo per scontata la buona fede dei gestori di questi siti e perche’ no anche delle stesse ragazze a parte il caso specifico citato, c’e sicuramente qualcosa che non quadra in tutte queste storie dal comune denominatore e ci viene anche da pensare che all’insaputa di tutti questi personaggi qualcuno dall’esterno puo’ avere accesso senza farsi beccare, cosiddetti hacker o altri che riescono nell’impresa a carpire video in accordo premeditato, quindi se a qualcuno viene in mente altro, lo puo’ indicare qui sotto in risposta scrivendo la sua storia se ha subito una situazione simile oppure anche solo cosa ne pensa e state pure tranquilli che l’anonimato e la privacy da queste parti sono garantite.